Margaret Polk

La maggior parte dei cittadini di Memphis riconosce il nome di Margaret Polk.

L’annuncio del matrimonio sul giornale “The Commercial Appeal”.

La giovane donna era fidanzata con Robert Morgan, il pilota del famoso Memphis Belle, il B-17 Flying Fortress (Fortezza Volante) cui le aveva dedicato il nome.

I giornali dell’epoca, desiderosi di una buona storia, raccontarono ai lettori la loro storia d’amore, e un giorno The Commercial Appeal  ne annuncio persino il loro matrimonio.

Non vennero forniti dettagli, solo che “il matrimonio sarebbe avvenuto all’inizio della primavera”.

E quale finale perfetto sarebbe stato per una delle storie d’amore più famose della guerra.

Il Memphis Belle completava le sue 25 missioni di guerra e tornava a casa per la raccolta dei bond di guerra, e dopo tutti questi lunghi anni all’estero, il pilota avrebbe finalmente sposato il suo amore di sempre.

Alcune cose non funzionano. Il matrimonio non ebbe mai luogo. Non è mai stato chiaro, ma probabilmente tutta quella pubblicità non fece bene all’amore della coppia, e Margaret stessa ha anche ammesso che il suo affetto nei confronti di Morgan si era raffreddato.

Margaret rimase a Memphis. Dopo la guerra, Morgan tornò nella sua casa di Asheville, nella Carolina del Nord, dove si sposò, e alla fine aprì un concessionaria Volkswagen.

Una curiosa scelta quella di vendere automobili tedesche, dopo aver passato così tanto tempo a sganciare bombe sull’Europa tedesca, ma di sicuro erano macchine con una buona reputazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *